A SCUOLA CON FABIO CAMPOLI PER CONOSCERE I FORMAGGI DOP DEL VENETO

“Caseus Veneti”, il festival del gusto, della qualità e del benessere della tradizione casearia del Veneto va in scena a Verona, sabato 6 e domenica 7 ottobre, nell'elegante cornice cinquecentesca di Villa Cà Vendri. Lo chef Fabio Campoli e il suo Circolo dei Buongustai saranno gli ospiti “culinari” di questa importante kermesse, che vuole accendere i riflettori su un comparto importante per l'economia e il turismo enogastronomico della Regione. “Caseus Veneti” è un progetto della Regione Veneto, organizzato dall'Associazione Regionale Produttori Latte del Veneto per far appassionare il grande pubblico ai piaceri di quest'arte millenaria e svelarne i segreti agli esperti del settore. A questa mission si allinea anche l'attività di showcooking e scuola di cucina del Circolo dei Buongustai, che vuole valorizzare attraverso la cucina la cultura enogastronomica del territorio, in particolar modo della tradizione casearia. Come conferma il presidente Campoli: “Il ruolo, o meglio il dovere, di uno chef è quello di diffondere attraverso la propria cucina la cultura del formaggio di qualità, il suo valore, la sua storia. Il Veneto è una terra ricca di tradizione e di prodotti d'eccellenza che vanno fatti conoscere, promossi e diffusi. Ho cercato di proporre alcune ricette nuove e gustose che avvicinino il grande pubblico “amante delle buone cose” a questi prodotti”. L'appuntamento con lo chef è domenica 7 ottobre alle ore 11 e alle ore 16 per scoprire grandi formaggi come il Montasio, il Monteveronese o la Casatella Trevigiana, come degustarli e utilizzarli in cucina. Tre le ricette pensate dallo chef: Gnocchetti di ricotta con salsa al Formaggio Dop Veneto, broccoli e melograno; Crema di mais filante con Provolone Valpadana Dop e pestaccio caldo, Risotto al miele e Prosecco, con Casatella Trevigiana Dop e noci. Fabio Campoli sarà anche giurato d'eccezione insieme ad esperti del settore, ai degustatori dell'Onaf e alla madrina dell'evento Eleonora Daniele, del concorso in cui si sfideranno gli 8 dop veneti e altri 70 produttori con i loro formaggi “vecchi e nuovi”. Un evento che premio la passione, l'eccellenza, la qualità e il rispetto del consumatore: ingredienti in cui il Circolo dei Buongustai si riconosce e partecipa con interesse.