CUORE PICCANTE, IL PEPERONCINO DAL MONDO SECONDO FABIO CAMPOLI

Martedì 5 luglio si è tenuta a Roma, presso palazzo Rospigliosi, la cena di gala, curata dallo chef Fabio Campoli e il suo Circolo dei Buongustai, per festeggiare il peperoncino insieme a un centinaio di giornalisti e critici enogastronomici. Una cena d’autore per intenditori, organizzata per introdurre il prossimo evento Rieti Cuore Piccante, mostra internazionale dedicata al peperoncino, che si svolgerà a Rieti dal 21 al 24 luglio. Una serata in cui si sono riuniti i volti più celebri della cucina e le firme più autorevoli, in sala erano rappresentate le agenzie Reuters e Adn Kronos, i maggiori quotidiani nazionali, giornalisti di Rai, Mediaset e Sky e delle più importanti riviste di settore, il direttore di RadioUno e conduttori di RadioDue, alcuni corrispondenti spagnoli nonché il Presidente ed il Direttore di Gambero Rosso. L’elegante serata romana ha rappresentato un ricco antipasto di ciò che gli amanti dell’enogastronomia potranno trovare a Rieti. Madrina della serata e dell’intera manifestazione Antonella Clerici insieme a Lando Buzzanca. Un grande successo firmato dal presidente del Circolo dei Buongustai, che ha ideato un percorso gastronomico che lega il sapore, la filosofia, l’estro creativo e una delle spezie più amate al mondo. “D’..istinti gastronomici” è il titolo su cui gioca lo chef, che sottolinea: “non vuole essere solo un gioco di parole, ma l’intento a dar vita a una serata in cui il peperoncino e il cibo in genere sono protagonisti assoluti, attraverso un percorso di cultura gastronomica, di sapore e di emozioni”. Un menu in cui troviamo la distinzione e l’istinto così spiegati. “C’è la “distinzione” tra le varie specie di peperoncino che arrivano da tutto il mondo, con una loro tipicità locale e la loro internazionalità; distinzione tra le portate, tutte pensate e servite in una loro “forma” e in un loro “spazio” per dare vita attraverso la composizione cromatica e lineare a un’oasi sensoriale in cui vengono coinvolti vista, olfatto e palato; distinzione degli alimenti che si abbinano, e si esaltano con le spezie piccanti per creare a loro volta un piatto unico e “distinto”. E poi c’è l’”istinto”. L’istinto dello chef che sceglie tra le diverse note di sapore e che arriva dritto a un risultato che dia per prima cosa “emozione”; l’istinto come genio creativo che regala un tocco artistico e come chiave di lettura che interpreta una filosofia di vita e di cucina”. Questo il menu presentato dallo chef Campoli: PrincipiamoZuppa fredda di pomodori e peperoncini Aji Peruviani con burrata al basilico Involtini croccanti di polpo e sedano con essenza di peperoncini Cajenna rosso, olive schiacciate e finocchietto “Miseria & Nobiltà”. Laminato di Black Angus e tartufo di Rieti, con insalata di asparagi e Jalapeno Messicano Evergreen “Come una volta”. Pizza con cicoria ripassata al peperoncino“Osteria”. Panzanella di alici piccanti all’ortolana “Al telefono”. Crostino alla provatura con la Sardellina piccante ViniProsecco Superiore Docg di Conegliano-Valdobbiadene - Extra Dry 2010 - Az. Agricola MonteselL’Ariosa Pecorino Igt Terre di Chieti 2010 - az. Agricola Olivastri TommasoTrebbiano d’Abruzzo Doc 2010 - Selva dei Canonici - Cantine Dragani Ancora insieme… Perle di patate di Leonessa, al verde pic calabrese e cedro di Santa Maria Vino: Friulano Doc Colli Orientali del Friuli 2009, Az. Agricola Comelli Paolino Pollo marinato allo yogurt e zenzero con piccanti diversi Vino: Moscato di Terracina secco, Az. agricola villa Gianna Inside… Vino: Baccarossa Igt 2008, Az.agricola Poggio le volpi Cuore piccante Vino: Cannellino, Az. Agricola Poggi le Volpi