PER I 150 ANNI DELLA MARINA MILITARE UN TRIONFO DI GUSTO FIRMATO FABIO CAMPOLI

Fabio Campoli ha celebrato con un menu superlativo i 150 anni della Marina Militare. Per questa occasione speciale, che si univa al 150° dell’Unità d’Italia, lo chef Campoli e il suo Circolo dei Buongustai non si sono risparmiati e chiamati dalla Marina Militare per curare il Gala della Festa, per il terzo anno consecutivo, hanno dato vita a un percorso di gusto, in tutti i sensi “storico”. Per il dinner-buffet del 9 giugno svoltosi a Palazzo della Prefettura di La Spezia, Fabio Campoli ha studiato e creato 10 ricette speciali, ispirate ad alcuni menu storici serviti a bordo e a terra nel periodo che va dal 1894 al 1941. Un menu del tutto originale, che ha in sé la contemporaneità della forma e del sapore e il valore e la storia della cucina italiana in Marina. Un vero e proprio excursus nella storia della cucina a bordo delle Navi, che inizia con Crostini di pane al latte con indivia stufata, tre “salti in padella” e uova di salmone ispirato dal Pollo Sotté al Marengo, continua con Spaghetti sformati con ragoût bianco in camicia di frolla e crema ripreso da Pasticcio di maccheroni alla Romana servita sulla Regia Nave Vittorio Emanuele nel 1909. Di piatto in piatto si passa all’Arrosto di vitello alla Principessa del 1926 reinterpretato in Insalata di Arista marinata al mirto con asparagi, tartufo e patate ai funghi per finire con le Fragole con crema allo Sciacchetrà, rivisitazione delle Fragole al vino bianco, datate 1937. Questi alcuni dei piatti preparati dallo chef che conferma: “Una bella idea nata per dare più valore a queste importanti celebrazioni, con un’attenta ricostruzione storica dei piatti preparati, cui poi ho dato il tocco della mia cucina, rendendoli più contemporanei”. Apprezzati tutti i piatti, spiegati a inizio serata dallo stesso Campoli e riportati in una brochure, realizzata con la collaborazione del Capitano di Vascello Alessandro Pini, responsabile delle ricerche storiche, ed edita a cura della Marina Militare in tiratura limitata. Oltre alle ricette di Fabio Campoli, sono riportate le fotografie dei menu originali e le relative ricette, brevi cenni storici alle Unità sulle quali quel particolare menu veniva servito. Il tutto corredato da foto d’epoca. Un trionfo di gusto dove hanno preso parte i marchi selezionati dallo chef che da sempre lo accompagnano nei suoi eventi di eccellenza, come i formaggi Grolle d’Oro rappresentati da Caseus Montanus, l’Acqua di Nepi, di cui Campoli è anche testimonial, Orogel, Richard Ginori, Espressaroma., Centro Agroalimentare Roma, Olio Quattrociocchi, Cantina Poggio Le Volpi, Scapa Italia, Cucina Mareno, Bollicine Mare in tavola, Fritto King. A questi si affiancano i vini, tutti molto apprezzati dai commensali, Cantine Poggio Le Volpi, in rappresentanza del Lazio e Dragani, Vini Matteucci, Vini Olivastri e Orsogna Cantina, selezionati per il progetto “Vini d’Abruzzo”. Un progetto, che ha destato molto interesse, promosso con l’intento di valorizzare un territorio di grande storia e tradizione” Soddisfatto il direttore del Circolo Armando Albanesi: “Abbiamo lavorato tanto per creare un momento di alta cultura della cucina italiana, il successo della serata e i complimenti ricevuti lo dimostra sicuramente. Il menu storico di Fabio Campoli ha letteralmente conquistato tutti gli ospiti presenti. Da parte nostra ringraziamo la Marina Militare per la fiducia”.