LE DECLINAZIONI DELL’AMORE, NUOVO SUCCESSO

“L’amore ha trionfato”. Questo il primo pensiero dello chef Fabio Campoli e di Armando Albanesi, rispettivamente presidente e direttore del Circolo dei Buongustai, alla fine della serata “Le declinazioni dell’amore”, organizzata per la raccolta fondi a favore del progetto "La Piccola Lourdes” dell’associazione “Le opere del Padre” di Claudia Koll e svoltasi il 14 febbraio scorso. E’ stato un nuovo evento sociale e culturale che segue la filosofia delle “buone cose”, un modo diverso per festeggiare San Valentino. Si è tanto parlato d’amore e di tutte le sue declinazioni con i protagonisti della serata, come Claudia Koll, che ha raccontato le sue esperienze e le scoperte fatte attraverso le sue missioni in Africa, vicino ai bambini del Burundi; come Padre Quirino Salomone della Fraterna Tau, la cantante Roberta Albanesi, Armando Ingegneri, Tony Fornari e Fabio Campoli. Tutti gli ospiti della serata hanno raccontato il loro amore e la loro passione per il lavoro,la cucina, il teatro, la musica e l’arte, intrattenuti anche dalle splendide note della chitarra di Giandomenico Anellino, dalla voce di Roberta Albanesi e del gruppo Amasud. Tra i vari interventi gli oltre 200 ospiti presenti sono stati letteralmente conquistati dal percorso gastronomico proposto dallo chef Fabio Campoli. Un itinerario del gusto, che percorreva la storia personale dello chef e il suo amore per la cucina, dalla sua nascita fino ai giorni nostri. Dall’aperitivo anni ’60, fino al 2000 passando per i mitici anni ’70 e ‘80 della cucina. Il tutto con allestimenti e richiami al design e alla moda di quegli anni, dando un tocco di vintage. Un momento di convivio, dopo la riflessione e il confronto. Ancora una volta il Circolo dei Buongustai si dedica al sociale con una nuova serata, pensata per regalare un momento di condivisione di un sentimento forte come l’amore, di emozioni e di momenti di vita vissuta per gli altri e in nome di un grande valore. Il ricavato della serata è stato devoluto all'Associazione “Le opere del Padre” di Claudia Koll ", una casa che accoglierà e curerà persone(soprattutto bambini e giovani) disabili in Burundi. La stessa Claudia Koll ha apprezzato la professionalità e la qualità dell’organizzazione della serata, oltre che all’eccellente cucina dello chef Fabio Campoli.