Il Peperoncino Festival diventa maggiorenne

Il Peperoncino Festival compie diciotto anni e diventa maggiorenne. A Diamante dall’8 al 12 Settembre ci saranno vecchi e nuovi amici a spegnere le diciotto candeline. Ecco qualche appuntamento “piccante”. Grande protagonista del Festival Fabio Campoli e il suo Circolo dei Buongustai. Tutte le sere il lungofiume sulla sponda destra del Corvino ospita “Pasta di mezzanotte”. Ogni sera una “creazione esclusiva”, dove la pasta si sposa con una specialità piccante di Calabria: la nduja, il “verdepic”, le alici salate e poi ancora spaghetti aglio olio e peperoncino e un piatto col lardo di Colonnata che quest’anno si “gemella” con Diamante. Alle 21 Fabio Campoli presenta la sua ricetta serale con una vera e propria lezione di cucina e dalle 22 in poi degustazione del piatto. Negli stand in vendita anche un kit con tutti gli ingredienti per preparare il piatto del giorno, il ricettario e i consigli di Fabio Campoli. Dal New Messico arriverà Dave DeWitt, il più grande studioso di peperoncini del mondo. A lui l’onore di spegnere le candeline sulla torta dell’inaugurazione. “Ho sempre sentito parlare di questa manifestazione - ha detto De Witt - e sono curioso di vederla. Voglio gustarla nei minimi particolari e per questo mi fermerò per tutte le cinque giornate. Sarà anche l’occasione buona per conoscere la Calabria una regione ricca di storia e di cultura”. Durante il Festival De Witt presenterà il suo ultimo libro “The complete Chile pepper book” scritto in collaborazione di Paul W. Bosland Non mancheranno lo Chef Kumalè, gli artisti di strada, le statue viventi e i fuochi d’artificio dal mare. Come ogni anno la mostra-mercato “Mangiare Mediterraneo”, “Vignette sul ring” e la finale nazionale del Campionato italiano mangiatori di peperoncini. La mostra “Peperoncini dal mondo” di Massimo Biagi con l’esposizione di oltre mille varietà. E gli stand gastronomici con tutte le novità piccanti. Quest’anno in più anche un “Mercatino del capsicum” lungo il fiume Corvino e la mostra di “Calabria capsicum” il centro sperimentale per la coltivazione del peperoncino. Nei convegni medici si parlerà di diabete e peperoncino col prof. Paolo Brunetti dell’Università di Perugia. In mostra i disegni del grande maestro Giorgio Cavazzano e le fotografie vincitrici del concorso nazionale “Rosso piccante” che quest’anno parlano di “Energia vitale”. Per girare fra gli stand con sconti e facilitazioni la “piccante card” da tenere sempre a portata di mano! Molte le novità: nel vicolo del “Lavinaru”, nel cuore del centro storico, un evento nuovo di zecca: “Mediterraneo street food” col cibo di strada dei paesi del Mediterraneo: la Grecia, la Tunisia, il Marocco ma anche Napoli e Sicilia. Non solo stand gastronomici ma una vera e propria ricostruzione scenografica dei paesi del Mediterraneo con la loro storia, la loro cultura e le loro tradizioni. Un evento unico in Italia. Per gli appassionati di gastronomia gemellaggio fra Diamante e il peperoncino con Colonnata e il lardo. Presentazione in anteprima del “lardopic” maturato nelle “conche” col peperoncino calabrese. E ancora un matrimonio d’amore della confettura di diavolilli con la mozzarella di bufala campana. Per tutti i “peperoncinomani” il concorso fotografico “Facce piccanti”. Per le celebrazioni ufficiali cento pagine della rivista “Pic Mondopeperocino” col numero speciale “I nostri primi diciotto anni”. Per celebrare alla grande il diciottesimo compleanno ci sarà anche un annullo filatelico delle Poste italiane per la giornata di mercoledì 8 Settembre. Il bozzetto dell’annullo è stato disegnato da Passepartout. Gli appassionati di filatelia possono avere l’annullo direttamente al Festival in piazza Municipio dove le Poste allestiranno uno sportello postale dalle ore 19 fino alle 24. Ci saranno francobolli in vendita e cartoline in omaggio. E non finisce qui, l’8 settembre a Diamante si batterà il record della treccia di peperoncini più lunga del mondo. Primato vinto nel 2007 dalla Delegazione di Pisa con una treccia di 42 metri e 35 centimetri calata dalla torre dell’orologio nel 2007. Quest’anno a Diamante sarà stesa una lunghissima treccia di peperoncini, fatta con i piccantissimi “diavolilli” nostrani vedrà al lavoro una decina di donne di Calabria coordinate dai “Magnifici del Mezzogiorno”. A misurarla e a consacrare il risultato, ci saranno gli ispettori del Guinness dei primati in arrivo da Londra. A conclusione della manifestazione la treccia sarà portata in processione per le vie del paese, tagliata a pezzi e venduta all’asta. Il ricavato sarà devoluto a favore dell’Associazione italiana sclerosi multipla. (AISM). Come ogni anno la “Lotteria del peperoncino” con cinque estrazioni finali e quest’anno anche la “Tombolapic”, una vera e propria tombolata abbinata a un megaspettacolo presentato da Gianni Pellegrino,con grandi premi per tutti. Per tutti gli appassionati del peperoncino che vogliono partecipare al Festival Trenitalia ha messo a disposizione “Promozione estate” per usufruire dei treni Frecciargento. Sconti sui treni fino a Paola (Cs), prenotando in anticipo e una navetta gratuita da Paola fino a Diamante. Inoltre presentando il biglietto all’Info Point del Festival, si avrà in omaggio la speciale tessera “Piccante card” con servizi e agevolazioni per tutti e cinque i giorni della manifestazione. Tutte le informazioni sui viaggi, il programma e il festival sul sito dell’Accademia del Peperoncino www.peperoncino.org.