LA MENSA DI CELESTINO RIVIVE

A oltre un anno dal sisma del 6 aprile 2009, la “Mensa di Celestino” di padre Quirino Salomone e dei suoi volontari, dedita ad aiutare i poveri e i meno fortunati della città torna a rivivere e ad animarsi. Il nuovo salone adiacente alla chiesa di San Bernardino in piazza d’Armi, destinato alla nuova mensa e inaugurato il 5 aprile scorso è stato protagonista di una grande festa di beneficienza, la prima cena dopo il terremoto che il Circolo dei Buongustai organizza insieme a Padre Quirino. Dopo la parentesi di Guidonia, dove il Circolo dei Buongustai ha la sua sede e dove ha organizzato una volta al mese una serie di eventi di beneficienza,si torna all’Aquila nei nuovi locali destinati alla mensa e che da qualche mese a pranzo ospitano le persone bisognose. Ai fornelli anche lo chef Fabio Campoli, che ha preso per la gola coi suoi manicaretti le 120 persone che hanno partecipato alla cena. A movimentare la serata ci ha pensato il mattatore Armando Albanesi, mentre ha emozionato la platea la voce della cantante Azzurra, accompagnata alla chitarra dal maestro Vincenzo Guglielmi. Una grande serata, piena di buon umore e sorrisi, che ha inaugurato con successo il ciclo di nuove serate a favore della “Mensa di Celestino”, con lo scopo di raccogliere i fondi per l’acquisto di generi alimentari e per la gestione. Guarda le foto