I GRANDI FORMAGGI ITALIANI AL GIRO D’ITALIA

Trionfano nelle prime tappe del giro i formaggi alpini italiani. Fabio Campoli, ambasciatore dei formaggi Grolle d’oro 2009, ripropone il Parmigiano Reggiano (vincitore del premio), la Fontina Dop, il Gorgonzola e il Bra e la Toma piemontese nelle sue ricette: “Fusilli con salsa di rucola, Olio extravergine di oliva di Bruzio Dop, Parmigiano Reggiano Dop e pinoli” il 9 maggio; “ Crostini di pane alla Fontina Dop, funghi e timo” il 10 maggio ad Amsterdam e poi “Misticanze di cicorie e Nocciole Piemontesi Igp con riduzione al Barolo, e degustazione di Bra Dop, Castelmagno Dop e Toma Piemontese Dop” nella tappa di Savigliano e “Risotto di Baraggia Biellese e Vercellese Dop al Gorgonzola Dop e radici di soncino scottate” a Novara. Grande, infatti, il successo ottenuto ad Amsterdam, nelle prime tre tappe del Giro. Ma la festa è iniziata già dal giorno prima, venerdì 7 maggio, con un aperitivo e una cena di gala per 600 persone voluta dal sindaco di Amsterdam per inaugurare il Giro d’Italia. Una festa, sempre col patrocinio del Mipaaf, tutta all’insegna del sapore Made in Italy. Al fianco del Circolo dei Buongustai, come sempre Caseus Montanus e il suo Presidente Gerardo Beneyton, che dopo Vancouver e i campionati di sci a Falcade, torna tra i protagonisti del tour ciclistico più emozionante di Italia. I formaggi presentati tutti rigorosamente Dop rappresentano la selezione più alta dei formaggi italiani e Caseseu Montanus è onorato di rappresentarli in Italia e all’estero. Come spiega Beneyton: “sono tutti prodotti “Made in Italy” che riflettono una grande tradizione agroalimentare e non solo, in questi prodotti rivive il sapore della storia e dell’antico mestiere di saper fare i formaggi. Ecco perché sono vincitori di un premio importante come il Grolle d’oro”. Formaggi riconosciuti nella loro importanza anche dal Ministero delle Politiche Agricole che con il progetto “La Qualità in Giro” ha voluto porre l’attenzione su una serie di eccellenze di territorio che quest’anno hanno addirittura varcato il confine nazionale. E Fabio Campoli ormai in pieno ritmo “ciclistico” commenta: “abbiamo conquistato la piazza di Amsterdam e la sua gente con i nostri prodotti, riconosciuti ovunque e da tutti per gusto, bontà e qualità. Dopo l’Olanda si torna in Italia e con il Circolo dei Buongustai continuiamo a pedalare e a cucinare per far conoscere al meglio questi prodotti”. Ogni giorno Fabio Campoli commenta le ricette del Giro in diretta tv su Rai Tre e Rai Sport e in diretta radiofonica con Paolo Belli nel programma “Tutti al Giro” su Radio Rai Uno.