IL GIRO ARRIVA IN ITALIA

Il Circolo dei Buongustai e le “buone cose” ancora vicino allo sport per valorizzare le tipicità italiane. Partiti da Amsterdam con tutta la Carovana del 93° Giro d’Italia, per la quarta e quinta tappa si arriva in Piemonte e precisamente, Savigliano-Cuneo (mercoledì 12 maggio) e Novara-Novi Ligure (giovedì 13 maggio) per presentare i grandi formaggi di montagna e il riso, due tipologie di prodotti dell’agroalimentare che rappresentano il Piemnte nel mondo. In anteprima le ricette previste: Quarta tappa. Mercoledì 12 maggio 2010 – Savigliano: Misticanze di cicorie e Nocciole Piemontesi Igp con riduzione al Barolo, e degustazione di Bra Dop, Castelmagno Dop e Toma Piemontese Dop. Quinta tappa. Giovedì 13 maggio 2010 – Novara Risotto di Baraggia Biellese e Vercellese Dop al Gorgonzola Dop e radici di soncino scottate. Lo chef Fabio Campoli, già in maglia rosa è di nuovo accanto al progetto del Ministero delle politiche agricole e forestali, realizzato insieme a RCS Sport Spa, “La Qualità in Giro”. Come nella scorsa edizione, ogni tappa del Giro è associata a uno o più prodotti di qualità certificata del “Made in Italy”, per promuovere la conoscenza dei prodotti di qualità (DOP, IGP e STG nonché i circa 4.500 Prodotti Tradizionali) e un atteggiamento alimentare consapevole insieme a una regolare pratica sportiva, per migliorare la qualità della vita. Un progetto importante che ricalca la filosofia del Circolo dei Buongustai e che l’Associazione ha sposato in pieno, rendendo indissolubile il binomio tra lo sport e la cucina. Dopo numerosi eventi sportivi tra cui i Giochi invernali di Vancouver e i Campionati di sci di Falcade in cui il Circolo dei Buongustai è stato protagonista, è ormai evidente che i buoni prodotti italiani sono alla base per una sana alimentazione e che la tavola rappresenta un momento e un luogo importante di aggregazione. Dopo il successo dello scorso anno lo chef di Rai Uno porterà, dunque, nuovamente in giro per l’Italia la sua creatività e il suo talento, trasformando e valorizzando il gusto delle eccellenze italiane in originali ricette. Ogni giorno, infatti, presso lo stand del Ministero delle politiche agricole Fabio Campoli realizzerà una ricetta esclusiva, creata per soddisfare i palati di sportivi e tifosi, con il potere anche di raddoppiare l’atmosfera di festa, che questa manifestazione porta nelle piazze italiane. Dal nord al sud della penisola, partendo quest’anno dall’Olanda scendendo fino ad Avellino per poi risalire a Verona, il Circolo dei Buongustai realizzerà le degustazioni del giorno, promuovendo i prodotti di qualità del nostro ricchissimo patrimonio alimentare, la conoscenza di piccole patrie culinarie e le tradizioni dei territori. Tutto nell’ottica di questa campagna di valorizzazione, che si conferma vincitrice come lo stesso Mipaaf ha confermato. Dopo l’Olanda e le tre tappe estere, si arriva in Italia, dal Nord al Sud della penisola, alcuni dei prodotti Dop e Igp presentati e cucinati dallo chef Campoli: la Fontina della Valle d’Aosta, il Castelmagno e il Gorgonzola del Piemonte, gli oli dop come il Riviera Ligure e il Terre di Siena; il Prosciutto di Parma, la Mortadella di Bologna, il Parmigiano Reggiano e il Pecorino Romano, lo Zafferano dell’Aquila, la Mozzarella di Bufala campana, i Limoni di Sorrento igp, le Clementine di Calabria e i Caciocavalli silani. Da qui si “pedala” ancora verso nord per chiudere il tour gastronomico con la Mela della Val di Non e con il Radicchio Rosso di Treviso. Insomma un grande territorio da scoprire nelle sue bellezze, tradizioni e vocazioni agricole e agroalimentari.