Il Ministro Zaia ringrazia Fabio Campoli per il successo del suo Giro nei sapori d’Italia

Grande successo del Giro d’Italia del Circolo dei Buongustai. Con la tappa romana termina il lungo viaggio tra i sapori d’Italia, con una festa a base di Amatriciana a base di prodotti DOP selezionati. Questa l’ultima ricetta dello chef Fabio che ha accompagnato con la sua Associazione e le sue ricette l’intera manifestazione sportiva. 21 tappe corse in punta di forchetta per celebrare e valorizzare i prodotti tipici del territorio. 21 tappe in 21 ricette firmate dallo chef Fabio Campoli che ha saputo coniugare la tradizione del territorio con il gusto e la fantasia della cucina italiana. Dalla partenza all’arrivo il Circolo dei Buongustai è stato a fianco del Ministero delle politiche agricole per la promozione del progetto la Qualità in giro, ogni giorno in diretta tv Fabio Campoli e Graziano Masotti, chef amico del Circolo, hanno proposto per il pubblico ospite della Carovana del Giro le ricette a base delle eccellenze del territorio. Un progetto importante questo, promosso dal Ministro per l’agricoltura Zaia e condiviso a pieno dal Circolo e dal suo Presidente, che ha raccontato i sapori e i profumi dei territori e delle mille agricolture d’Italia, un’occasione importante e anche divertente per promuovere e valorizzare un Paese che vanta 4500 prodotti tipici e 177 fra DOP e IGP. Un successo di pubblico, presente in tutte le tappe, e di audience nelle dirette tv. Un successo per il Circolo dei Buongustai che ancora una volta porta la sua filosofia in giro per l’Italia e un successo anche per il Mipaaf, che lo stesso Ministro Luca Zaia conferma con entusiasmo: “Per questo ringrazio anche Fabio Campoli e la sua squadra di chef, che hanno saputo proporre e reinventare i piatti della tradizione, conquistando il pubblico del Giro” (fonte AGI).